SalvaSalva SalvaSalva SalvaSalva SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva SalvaSalva SalvaSalva SalvaSalvaSalvaSalva SalvaSalva

Come scegliere il frigorifero

by riparodasolo 4.526 views20

Scegliere il frigorifero – Frigo e Combinato.

A volte scegliere il frigorifero può diventare un’impresa se non abbiamo le idee chiare e spesso ci affidiamo solo all’estetica e alla classe di consumo. In commercio esistono varie tipologie di frigorifero, ognuna con caratteristiche diverse.

Intanto dobbiamo distinguere tra frigorifero e combinato, i frigoriferi hanno la cella freezer sopra e il reparto frigo sotto, mentre per i combinati è l’inverso e di solito sono più capienti del frigorifero. Se lo spazio a tua disposizione lo permette, consiglio il frigorifero combinato per ovvi  motivi di capienza.

scegliere il frigorifero

D’ora in avanti, per comodità, non farò distinzione tra frigorifero e frigorifero combinato.

Come funzionano i frigoriferi No Frost e Statici.

Il frigo no frost non ha bisogno di essere sbrinato perché monta delle resistenze nel reparto freezer che vanno in funzione ciclicamente e sciolgono il ghiaccio che si forma durante il funzionamento. Questa è la principale caratteristica che spinge molti a spendere qualche euro in più ma non è l’unica.

A differenza dei frigo statici non hanno la parete traspirante perché sfruttano l’aria fredda del freezer per raffreddare il reparto frigo tramite un piccolo ventilatore e hanno una temperatura uniforme per tutto il vano del frigo.

L’inconveniente dei frigo no frost è che se riempiamo troppo il vano frigo, l’aria non circolerà correttamente e il frigo non renderà bene.

Inoltre ha più componenti dei frigo statici, quindi se siamo d’accordo con Henry Ford  (“Quello che non c’è non si rompe.”), meglio buttarsi su un semplice frigo statico.

Esistono anche modelli ibridi, che hanno il freezer no frost e il reparto frigo statico, i due vani non sono collegati fra loro, io li preferisco ai total no frost perché danno meno problemi, quindi prendi in considerazione questi fattori quando andrai a scegliere il frigorifero.

Nei frigo statici la parete è traspirante e si formano delle goccioline che saranno ghiacciate se in quel momento il frigo è in funzione o scivoleranno giù per la parete se sta facendo lo sbrinamento automatico. L’acqua andrà ad incanalarsi in un forellino posto in fondo alla parete e raggiungerà la vaschetta posta sopra al compressore, che essendo rovente la farà evaporare.

Il reparto freezer va sbrinato una volta ogni sei mesi e questo può risultare una scocciatura, perché dovremo spegnerlo, svuotarlo, sbrinarlo e magari prima di riaccenderlo, pulirlo. Comunque con un phon dovremmo cavarcela in mezz’oretta.

Va sbrinato perché altrimenti le serpentine, se coperte da uno strato troppo spesso di ghiaccio, non fanno passare il freddo (effetto iglù) e oltre a consumare più corrente, renderà meno.

L’inconveniente dei frigo statici è che se gli alimenti riposti al suo interno toccano la parete,  questi trascineranno l’acqua sui ripiani e sui cibi stessi. Basta stare attenti a riporre i cibi.

Se optate per un frigo come questo, ti consiglio di prenderlo con il ventilatore interno al reparto frigo, in questo modo non dovrai stare attento a dove riporre gli alimenti, visto che grazie alla ventola avrai una temperatura uniforme per tutto il vano del frigo.

Scegliere il frigorifero – Incasso o libera installazione.

Per chi ha la possibilità di scegliere, io consiglio un frigorifero a libera installazione, per il semplice motivo che a parità di caratteristiche, costano molto meno dei frigoriferi ad incasso. Naturalmente bisogna scegliere il frigorifero in base allo spazio che abbiamo a disposizione ma chi possiede una cucina a composizione incasso, sarà quasi obbligato a prendere un frigo ad incasso.

Scegliere il frigorifero – Termostato meccanico o scheda elettronica.

Quando si va a scegliere il frigorifero bisogna tener conto che il termostato meccanico è più semplice ed affidabile e non dimentichiamo che costa meno di una scheda. Di contro, questo sistema mi da poche possibilità in termini di opzioni, ad esempio non esistono frigo no frost senza scheda e non posso regolare separatamente il frigo e il freezer. Era possibile con quelli a doppio motore ma ormai non li fanno più, consumano troppo.

Le schede però sono più delicate, ma danno la possibilità di avere funzioni come l’allarme porta aperta, super freezer, super frigo, holiday, ice party… Inoltre ho la possibilità di regolare separatamente le temperature del frigo e del freezer. Consideriamo anche che alcuni modelli (libera installazione) hanno il display digitale e sono ottimi se oltre alla funzione per cui nasce il frigo, gli vogliamo dare anche quella di arredare casa.

Lascio a te la scelta, anche perché le esigenze di ognuno di noi sono diverse, mi permetto solo di consigliarti di estendere la garanzia (con la casa costruttrice), nel caso in cui opterai per un modello con scheda elettronica oppure i no frost.

Scegliere il frigorifero – Consumo.

Da che so io, al giorno d’oggi, gli unici modelli che non rientrano in “classe A” sono quelli a doppia porta Americani ed alcuni no frost, per tutti gli altri c’è solo da scegliere quanti + vuoi dopo la A. Ad ogni + corrisponde un consumo minore.

Se devi comprare un frigo di scorta e devi metterlo in un ambiente freddo, chiedi prima al rivenditore quale modello fa per te, la maggior parte funzionano solo in ambienti riscaldati.

SalvaSalva SalvaSalva SalvaSalva SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva SalvaSalva SalvaSalva SalvaSalvaSalvaSalva SalvaSalva
SalvaSalva SalvaSalva SalvaSalva SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva SalvaSalva SalvaSalva SalvaSalvaSalvaSalva SalvaSalva