Come scegliere la lavatrice migliore

by riparodasolo 13.068 views20

Scegliere la lavatrice.

Come scegliere la lavatrice migliore? Bella domanda ma purtroppo è sbagliata. La domanda che devi farti è :

quale modello di lavatrice è più adatta per me e per la mia famiglia?

Non esiste la lavatrice migliore in assoluto, esistono invece vari modelli con diverse caratteristiche e di seguito andremo a scoprire quale lavatrice fa per te.

Quale marca scegliere.

La marca migliore non esiste più, adesso ogni produttore fabbrica e vende diversi modelli, un po’ per tutte le tasche ed esigenze, l’unica cosa di cui devi preoccuparti è di trovare il centro assistenza nella zona di residenza.

Al momento dell’acquisto chiedi al rivenditore se esiste un centro assistenza autorizzato dalla casa costruttrice nelle vicinanze e magari informati anche sulla reputazione del centro.

Dico questo perché se dovesse capitare una rottura rischieresti di dover aspettare molti giorni prima che un tecnico intervenga.

Caratteristiche tecniche.

Quando vai a scegliere la lavatrice spesso non ci si sofferma troppo sulle caratteristiche tecniche, esternamente sembrano tutte uguali ma quello che ti deve interessare sono le caratteristiche tecniche come la capacità di carico, la velocità di centrifuga, il consumo energetico e non per ultimo la rumorosità.

Molti scelgono solo in base all’estetica del prodotto, non c’è bisogno che ti dica che è la cosa più sbagliata che si possa fare.

Tieni conto dei nuovi sistemi di lavaggio, anche se in questo caso la spesa si potrebbe alzare di parecchio.

Capacità.

Più chili ha meglio è visto che il consumo delle lavatrici di ultima generazione è minimo e che hanno la regolazione automatica dei consumi.

Quindi se hai un modello da 9 kg e la carichi solo con 2 kg di panni il consumo è per 2 kg. Oltretutto puoi inserire nel cestello biancheria di grossa pezzatura, come ad esempio i piumini che altrimenti saresti costretto a portare in lavanderia.

Quindi non sottovalutate questo aspetto quando andrai a scegliere la lavatrice.

Centrifuga. Se sei di fronte a due modelli identici ma che hanno velocità di centrifuga differenti, tieni presente che una centrifuga troppo potente, tende a stropicciare i panni e rende più difficile stirarli.

Il mio consiglio è di non scendere sotto ad una capacità di centrifuga di 800 giri e comunque scegli un modello che abbia la possibilità di regolarla e non solo di escluderla.

L’ideale sarebbe 1000 – 1200 giri al massimo anche se ne esistono di più potenti, comunque se devi risparmiare ne bastano 1000.

Consumo.

Ormai meno della classe A non si trova più nulla quindi c’è poco da scegliere, ad ogni + che trovi vicino alla lettera A, corrisponde un minor consumo, ma fai attenzione alla differenza di prezzo, potrebbero volerci anni prima di ammortizzare la spesa.

In questo caso consiglio di scegliere la lavatrice con il maggior rapporto qualità prezzo.

lavatrice a risparmio energetico

Quanti lavaggi effettuate di media in una settimana?

Se sei single o siete una coppia senza figli, immagino che ne farete due o tre al massimo. Chi ha questi ritmi di lavaggio può permettersi di acquistare un modello economico (200 – 300 euro) e risparmiare qualche soldino, fai attenzione però, in genere questi modelli sono molto rumorosi in centrifuga, perché montano un motore elettrico a spazzole, per farvi capire meglio diciamo che il rumore è simile ad un aereo che decolla.

Ricorda che lavando la sera si spende meno in corrente elettrica e se abiti in un condominio, beh… non vorrei essere nei tuoi panni durante la famigerata riunione di condominio.

La vostra è una famiglia numerosa? La lavatrice lava tutti i giorni o anche di più?

In questo caso consiglio di non badare a spese. Come si dice? Chi più spende, meno spende?

Cerca un modello con motore inverter che ha la non trascurabile caratteristica di essere silenzioso ed è molto più affidabile dei motori elettrici.

I motori elettrici montano una coppia di spazzole che oltre a rendere rumoroso il motore, si consumano nel giro di circa duemila lavaggi, non a caso i motori inverter, in alcuni casi, vengono garantiti dal costruttore addirittura per 10 anni.

Le macchine con questo tipo di motore sono anche più robuste ed affidabili, le consiglio anche a chi, per motivi di lavoro o altro è abituato a fare più lavaggi nella stessa giornata.

Lavatrice a carica frontale o a carica dall’alto?

Premetto che non ho nulla contro le lavatrici a carica dall’alto, però le consiglio solamente a chi ha problemi di spazio o a chi ha spesso mal di schiena, con questo tipo di lavatrice non si è costretti a chinarsi per caricare i panni.

Le sconsiglio per il fatto che l’apertura del cestello per il carico dei panni è molto piccola e in alcuni casi se la riempi troppo, lo sportellino rischia di aprirsi durante il lavaggio e bloccare il cestello.

La guarnizione di tutte le lavatrici moderne tendono a sporcarsi di muffa e in quelle a carica dall’alto si è costretti a sostituirle, mentre in quelle a carica frontale si possono pulire (vedi la lavatrice fa puzza).
come scegliere la lavatrice

Lavatrice o lavasciuga?

Lavasciuga solo ed esclusivamente se non hai spazio, troppe cose nella stessa macchina significa avere più problemi.

Devi sapere che se effettui un lavaggio a carico pieno, sarai poi costretto a togliere una parte di quel carico per poter fare l’asciugatura, altrimenti alcuni capi rimarranno bagnati.

Le asciugatrici invece hanno un cestello molto più grande e funzionano meglio per lo scopo, inoltre nelle lavasciuga è molto più facile la formazione di cattivi odori.

Conclusioni.

Bisogna tener conto quindi di tante cose tutte insieme e raggiungere un compromesso tra i seguenti fattori:

  1. Scegliere la lavatrice in base a quanto lavorerà
  2. Scegliere la lavatrice tenendo conto dello spazio che abbiamo a disposizione
  3. Scegliere la lavatrice in base alle caratteristiche tecniche come consumo, capacità di carico e rumorosità
  4. Scegliere la lavatrice tenendo conto anche del rapporto qualità prezzo