Elettrodomestici del futuro, IOT e Smart Home.

by riparodasolo 212 views0

Internet delle cose e Smart Home.

In occasione dei 5000 iscritti al canale ho deciso di portare un contenuto diverso dal solito, spero sia interessante per voi, almeno quanto lo è per me. Parleremo di elettrodomestici del futuro, Internet of Things e Smart Home.

Per Internet delle cose si intende l’estensione di Internet al mondo degli oggetti, le “cose” si rendono intelligenti, acquisiscono dati e accedono ad informazioni. Davide Bennato, professore di Sociologia, descrive l’Internet delle cose come:

…una famiglia di tecnologie il cui scopo è rendere qualunque tipo di oggetto, anche senza una vocazione digitale, un dispositivo collegato ad internet, in grado di godere di tutte le caratteristiche che hanno gli oggetti nati per utilizzare la rete.

Davide Bennato. Professore di Sociologia dei processi culturali e comunicativi e Sociologia dei media digitali all’Università di Catania

Una casa Smart è una casa intelligente, dotata di tecnologie in grado di consentire a chi la occupa di programmare, automatizzare e gestire in remoto tutti i dispositivi elettrici presenti.

Purtroppo installare un vero impianto domotico al momento ha un costo non accessibile a tutti e dovremo aspettare qualche anno prima che i prezzi scendano. Esistono però già dei prodotti come gli assistenti vocali, che hanno un costo accessibile e che possono essere usati per domotizzare parzialmente la casa.

Controllare l’illuminazione o la Smart Tv tramite un comando vocale è già realtà, in futuro sempre più elettrodomestici saranno compatibili.

Già oggi molte persone utilizzano gli assistenti vocali, come Alexa e Google Home per intenderci, si stima che nel 2023 saranno 8 miliardi in tutto il mondo a farne uso. Un mercato in crescita esponenziale che trascinerà con se il mercato legato alla tecnologia vocale che si stima intorno agli 80 miliardi di dollari all’anno.

Elettrodomestici del futuro.

Ma che funzioni avranno gli elettrodomestici del futuro? Di sicuro saranno tutti collegabili alla rete ma a quale scopo? Quali le novità?

Frigoriferi.

Credo che in futuro non dovremmo più preoccuparci di fare la spesa, basterà impostare la lista di prodotti che vogliamo e ci penserà il nostro frigorifero ad ordinarli. Inoltre non avremo più sprechi inutili di cibo grazie alla funzione che ci avvisa quando qualcosa sta per scadere.

elettrodomestici del futuro

I frigo del futuro avranno sicuramente uno schermo touch con varie applicazioni dedicate, si potrà ascoltare la musica, guardare la TV o usarlo come semplice lavagna digitale per lasciare un post it o inviare messaggi. Probabilmente non avremo nemmeno bisogno di toccare lo schermo ma basterà parlare come si fa già oggi con gli assistenti vocali.

Lavatrici.

Con le lavatrici sarà quasi impossibile sbagliare, non avremo bisogno di impostare nessun programma specifico, i vestiti saranno dotati di chip contenenti le istruzioni per il lavaggio, tempi e consumi saranno ridotti, detersivo e ammorbidente prelevati in automatico e quando finiscono sarà la lavatrice stessa ad ordinarli online.

elettrodomestici del futuro

Se dimenticheremo di avviarla e siamo già fuori casa tramite lo Smartphone potremo non solo far partire il lavaggio ma anche dirgli a che ora vogliamo che finisca.

Cucine.

Un giorno non troppo lontano un’intelligenza artificiale comanderà un sistema robotico in grado di preparare pietanze con la stessa abilità di uno chef stellato, non ci credete?

Beh, già oggi è possibile registrarsi e prenotare questa cucina futuristica, prodotta dalla Moley Robotics e viene fornita completa di piano cottura, lavello e lavastoviglie, inoltre è dotata di schermo touch.

elettrodomestici del futuro

Si chiama MK1 e il prezzo è ancora molto elevato, di sicuro saranno in pochi a poterselo permettere, si aggira intorno ai 72 mila dollari, comunque sono previste altre due versioni da 22 e 15 mila dollari.

Dotato di 20 motori, 24 giunzioni e 129 sensori, che gli consentono di avvertire il calore, la pressione e le micro vibrazioni. Con la fotocamera 3D è capace di registrare e riprodurre i movimenti umani, al momento è in grado di preparare 48 piatti ma presto sarà dotato di una biblioteca digitale con oltre 2000 ricette. Unica pecca a parte il prezzo sta nel fatto che non è del tutto autonomo e gli ingredienti vanno prima posizionati sul piano di lavoro con precisione, dopodiché attraverso lo schermo touch potrai selezionare il piatto desiderato.

Bene, siamo arrivati alla fine di questo speciale, fatemi sapere tramite i commenti e i like, se vi è piaciuto questo tipo di contenuto. Sto pensando di creare altri video sulle ultime novità in fatto di elettrodomestici oltre a continuare con i soliti tutorial, che ne pensate? Datemi la vostra opinione, a presto, grazie.