Frigo no frost non raffredda | Riparodasolo

by riparodasolo 20.587 views20

I motivi per cui un frigo no frost non raffredda possono essere molti, di seguito descriverò alcuni dei difetti più comuni e ti spiegherò come risolvere il problema.

Se vuoi capire meglio come funziona il frigorifero no frost, leggi come scegliere il frigorifero.

Frigo no frost non raffredda.

Vano frigo caldo.

Se hai il freezer che funziona bene e il vano del frigorifero è caldo o fa poco freddo, molto probabilmente si è formato del ghiaccio in eccesso dentro al freezer.

Tu non puoi vederlo, perché rimane nascosto dietro un pannello, però questo blocco di ghiaccio impedisce alla ventola di mandare aria fredda nel reparto del frigorifero.

Succede anche che il frigo funziona ma la ventola fa rumore perché sbatte contro il ghiaccio.

Il ghiaccio si può formare per svariati motivi.

  • Se per errore dimentichi lo sportello del freezer aperto o lo apri troppo spesso, entrando più aria calda nel freezer, si formerà del ghiaccio in eccesso, che le resistenze non faranno in tempo a sciogliere.

In questo caso sarà sufficiente spegnere il frigorifero per almeno 24 ore e aspettare che si sciolga tutto.

Una volta riavviato tornerà a funzionare come prima.

  • Stacca la spina e lascia le porte aperte
  • Metti degli stracci da pavimento sia dentro al freezer che dietro, dove alloggia la vaschetta che raccoglie l’acqua
  • Potrebbe riempirsi tutta e straripare, nel caso, togli l’acqua con una spugna e asciuga bene

Questa è la prima prova da fare quando si ha un problema di questo tipo, se dopo qualche tempo il difetto si ripresenta, vuol dire che il problema è un’altro.

Frigo no frost non raffredda.

Vano frigo caldo – Guarnizione.

Come abbiamo detto prima, se le porte non chiudono bene, entra aria e quando succede si forma troppo ghiaccio.

Controlla le guarnizioni, devono appiccicarsi e fare attrito, se noti che non toccano bene allora prova a scaldarla con un phon e a tirarla leggermente per dilatarla.

Per vedere la battuta apri lo sportello del frigo, in questo modo avrai la visuale dall’alto della guarnizione del freezer (questo per i combinati, se no è l’incontrario), poi controlla anche i lati e sotto.

Se presenta imperfezioni, è rotta o tagliata, va sostituita.

Prima di fare qualsiasi cosa leggi “Lavora in sicurezza“.

Quello che segue è solo per tecnici, persone con manualità ed esperienza o smanettoni (in senso buono ovviamente).

Frigo no frost non raffredda.

Vano frigo caldo – Motoventilatore.

Non starò a dilungarmi molto sul motoventilatore, se non senti il rumore del ventilatore che butta su l’aria neanche dopo aver sbrinato il frigo o è interrotto o non gli arriva corrente.

Se rotto va sostituito, se non gli arriva corrente controlla cablaggio o scheda, quest’ultima è più probabile.

frigo no frost non raffredda

Un ottimo metodo per verificare il motoventilatore è eseguire l’autotest, esistono molti modelli e marche diversi e la procedura cambia di volta in volta, di seguito i link.

In costruzione…

Frigo no frost non raffredda.

Vano frigo caldo – Resistenze.

Le resistenze presenti nei frigoriferi no frost vanno in funzione ciclicamente per permettere lo sbrinamento.

Se sono interrotte o posizionate male, il processo di sbrinamento non avviene correttamente e si forma del ghiaccio in eccesso.

Sono poste dietro al pannello di cui accennavo prima e posizionate attorno all’evaporatore (dove si forma il ghiaccio).

Dovrai trovare il connettore da cui poter misurare la continuità delle resistenze tramite un tester.

Un altro modo per verificare le resistenze senza dover smontare nulla è collegare un wattmetro alla spina del frigo e lanciare l’Autotest (se il modello lo permette).

Le procedure per avviare il programma test variano a seconda del modello, di solito dopo un paio di minuti vengono attivate le resistenze sbrinamento e il wattmetro di conseguenza dovrebbe

rilevare un assorbimento di circa 170 watt(dipende dal modello)

.

Se NON sono interrotte allora il problema è un altro.

resistenza frigo no frost

Frigo no frost non raffredda.

Vano frigo caldo – Termofusibile.

Se il wattmetro non segnala nessun assorbimento significa che la resistenza (alcuni montano più resistenze) è interrotta oppure il termofusibile è interrotto e non fa passare la corrente.

Smonta il pannello interno del freezer e controlla resistenza e termofusibile con un tester.

Acquista su Amazon.it

Frigo no frost non raffredda.

Vano frigo caldo – Damper.

Il “damper” è una specie di termostato indipendente, posto nel vano frigo, che apre o chiude il convogliatore di aria, in base a quanto freddo vuoi.

Di solito è presente una manopola che puoi regolare (MIN-MED-MAX), dietro quella manopola è presente il damper, che se si rompe, rimane sempre nella stessa posizione.

Chiaramente se rimane chiuso il reparto del frigo resta caldo e se rimane aperto farà troppo freddo oppure formerà ghiaccio nel condotto.

Damper

Non tutti i frigo no frost lo montano, alcuni utilizzano un ventilatore che aspira aria dal freezer, che è comandato dalla scheda in base ai valori che rileva la sonda, quando questa sonda sente

che c’è bisogno di fresco la scheda attiva il ventilatore.

Altri modelli sono ibridi e hanno reparto frigo statico e freezer separato (indipendente) no frost.

Il damper può essere meccanico o elettromeccanico, entrambi sono collegati ad un meccanismo che apre e chiude una membrana, se questa membrana è difettosa e non chiude bene o il

meccanismo rimane aperto, l’aria del vano frigo penetra nel condotto che lo collega al freezer creando ghiaccio all’interno.

Frigo no frost non raffredda.

Vano frigo caldo – Sonda.

Dipende dai modelli, ma molto spesso le sonde sono schiumate all’interno del mobile del frigorifero, quindi se dovessero rompersi la vita del frigorifero è terminata.

In sostanza le sonde sentono la temperatura interna e comandano la scheda elettronica che a sua volta decide i tempi di funzionamento del compressore.

Se la sonda è starata, la scheda continua ad alimentare il compressore per troppo tempo causando un eccesso di ghiaccio che andrà a bloccare il convogliatore che porta aria al frigo.

Succede raramente, infatti la scelta di schiumarle dipende da questo, però se succede son dolori.

In alcuni modelli esiste la possibilità di eliminare la sonda, in questo caso la scheda va a tempo ed effettua lo sbrinamento ciclicamente ogni tot minuti.

Per fare questo rivolgiti al centro assistenza autorizzato, gli unici in possesso degli schemi elettrici della scheda elettronica.

Altre case costruttrici forniscono un kit sonda in modo da poter tagliare la sonda difettosa e sostituirla, comunque sia devi sempre informarti presso un centro assistenza autorizzato.

Frigo no frost non raffredda.

Completamente spento.

In questo caso la prima cosa da verificare è la presa di corrente, sembra banale ma spesso si da per scontato che sia colpa dell’elettrodomestico.

Se la corrente arriva, la prima sospettata è la scheda elettronica, stacca la corrente e smontala per verificare se noti bruciature.

Di solito quando a non andare sono il compressore o il relè, le spie rimangono accese, quindi quando trovate tutto spento, anche se non noti bruciature nella scheda è facile che questa sia difettosa.

Se facendo un ponte sui contatti del compressore tra la fase (marrone di solito) e il comune (nero di solito) il compressore parte allora sei sicuro che dipende dalla scheda elettronica.

Acquista su Amazon.it

Frigo no frost non raffredda.

Compressore sempre acceso.

Quando il compressore va di continuo ma il frigo non raffredda bene o raffredda solo uno dei due comparti, è facile che abbia un problema di gas.

A volte basta smontare il pannello interno al freezer per raggiungere la serpentina e se dopo molte ore di funzionamento la senti fredda solo all’inizio o addirittura non raffredda per nulla, significa

che manca il gas.

  • Fatti una schiuma con detersivo per i piatti ed un goccio appena di acqua
  • Smonta il pannello del freezer e spalma la schiuma tramite un pennello, lungo tutte le saldature che trovi nel circuito
  • Fai la stessa cosa anche dietro, dove c’è il compressore e quindi osserva se si formano delle bollicine

In questo caso il frigo si può salvare, ma se non trovi perdite ti conviene buttarlo, perché vuol dire che la perdita è interna e quindi non puoi saldarla.

Frigo no frost non raffredda.

Altre cause.

Esistono altre cose che causano il difetto ma la diagnosi in queste particolari situazioni è talmente difficile che solo tecnici esperti e specializzati nella marca specifica possono riuscire ad

individuarli.