Scegliere la lavastoviglie

by riparodasolo 11.308 views20

Scegliere la lavastoviglie non è difficile se conosciamo alcuni piccoli dettagli che possono fare la differenza tra un acquisto azzeccato ed uno pessimo.

Scegliere la lavastoviglie – Consumo.

Le lavastoviglie hanno tre lettere che indicano in ordine la classe di consumo, di lavaggio e di asciugatura, quindi quando dobbiamo scegliere la lavastoviglie, la prima cosa da guardare è quella.

Ecco un piccolo elenco dei vari tipi in commercio.

  • A A A – Consumo A – Lavaggio A – Asciugatura A
  • A A B – Consumo A – Lavaggio A – Asciugatura B
  • A B B – Consumo A – Lavaggio B – Asciugatura B
  • B B B – Consumo B – Lavaggio B – Asciugatura B

La tripla classe A è quella che consiglio ed è anche la più diffusa in commercio, alcune hanno un + vicino alla prima A (Classe A+A A) e significa che consumano ancora meno corrente.

Scegliere la lavastoviglie – Quale marca?

La marca migliore non esiste più, adesso ogni produttore fabbrica e vende diversi modelli, un po’ per tutte le tasche ed esigenze, l’unica cosa di cui dobbiamo preoccuparci è di trovare il centro assistenza nella zona di residenza.

Al momento dell’acquisto chiedete al rivenditore se esiste un centro assistenza autorizzato dalla casa costruttrice nelle vicinanze e magari informatevi anche sulla reputazione del centro. Dico questo perché se dovesse capitare una rottura rischiereste di dover aspettare molti giorni prima che un tecnico intervenga.

Scegliere la lavastoviglie – Incasso o libera installazione?

Una delle prime scelte da fare è tra una lavastoviglie a libera installazione o ad incasso, purtroppo non tutti possono scegliere per vari motivi che non sto qui ad elencare. Per chi invece può farlo di seguito elencherò i vantaggi e gli svantaggi di uno o dell’altro tipo.

Scegliere la lavastoviglie ad incasso.

Esteticamente parlando ne esistono due tipi, uno è a scomparsa totale e l’altro è con cruscotto a vista, entrambe hanno un pannello fissato alla porta dello stesso colore della cucina ed entrambe nascono per essere incassate.

Lavastoviglie-incasso

La differenza è che la prima, una volta chiuso lo sportello, non si vede e rimane nascosta all’interno della cucina, mentre l’altra è ben visibile a causa del cruscotto comandi.

A parità di caratteristiche tecniche e di consumo, le lavastoviglie ad incasso sono più costose di quelle a libera installazione. Questo perché hanno bisogno di una progettazione differente e necessitano di alcuni accorgimenti che le rendono adatte a stare incassate dentro ai mobili. Per quanto riguarda i programmi e il consumo elettrico non differiscono per nulla dalle altre.

Scegliere la lavastoviglie a libera installazione.

Quando qualche amico mi chiede consigli e gli spiego che le lavastoviglie a libera installazione costa molto meno, salta fuori sempre questa domanda:

posso montare una lavastoviglie a libera installazione al posto di una ad incasso?

Io rispondo sempre che sarebbe preferibile di no, primo perché la cucina ne risentirebbe esteticamente e secondo, questo tipo non nasce per stare incassato e la durata dell’elettrodomestico potrebbe accorciarsi.

Comunque, una volta deciso che volete risparmiare, dovrete assicurarvi che abbia il top smontabile, altrimenti potrebbe non entrare sotto al ripiano della cucina e poi dovrete tagliare il battiscopa della cucina nel punto dove verrà installata, perché sporgerà leggermente.

Scegliere la lavastoviglie – Programmi di lavaggio.

Tutte le lavastoviglie hanno come minimo quattro programmi e più sale il costo, più sono i programmi a disposizione e le opzioni.

Di solito le lavastoviglie con più programmi sono anche più silenziose, fatto da tenere in considerazione se avete un soggiorno con angolo cottura. Visto che di solito si accendono alla sera e la sera si dorme, si legge, si guarda la TV e altro; avere una lavastoviglie rumorosa in questo caso non è il massimo, controllate i decibel nella scheda tecnica prima di acquistarla.

Questo è l’unico motivo valido per spendere qualche decina di euro in più, visto che la maggior parte delle persone utilizza uno o due programmi al massimo.

Se invece volete la possibilità di scegliere tra tanti programmi diversi, esistono modelli che hanno anche 10 – 12 tipi di programmi diversi, naturalmente il costo sarà più elevato.

Scegliere la lavastoviglie – Opzioni.

Alcuni modelli hanno la possibilità di inserire delle opzioni, che possono rendersi molto utili a volte, vediamo quali…

Opzione delay timer.

Ad esempio una tra le più gettonate è il ritardatore di partenza, se vogliamo che la lavastoviglie parta per conto suo alla sera, quando la corrente è meno cara, inserendo questa opzione la lavastoviglie partirà automaticamente all’ora stabilita.

Alcuni modelli danno la possibilità di scegliere la partenza ritardata da una a ventiquattro ore, altri danno una possibilità più ridotta tipo tre, sei o nove ore, a voi la scelta.

Opzione Tabs.

Per tabs si intende pastiglia e questa opzione va attivata se si usa quel tipo di detersivo, attenzione però, quando la attivate, la lavastoviglie perde la classe A o A+, perché serve proprio ad aumentare la temperatura e facilitare lo scioglimento della pastiglia di detersivo.

Opzione mezzo carico.

In questo caso si può decidere se lavare solo col cestello sopra o solo con quello sotto, utilissimo per single o coppie che fanno fatica a riempire la lavastoviglie e non vogliono sprecare acqua e corrente per effettuare un lavaggio a macchina mezza vuota.

Esistono modelli con altre opzioni ma direi che le più importanti sono quelle elencate sopra.

Scegliere la lavastoviglie – Capienza.

Le misure standard sono 60 o 45 centimetri di larghezza, in ordine da 12 e da 6 coperti, se avete la possibilità di scegliere e non siete costretti per motivi di spazio, consiglio quella da 12 coperti, quella più piccola si riempie troppo presto e potreste pentirvi.

Quasi tutti i modelli hanno la possibilità di regolare l’altezza del cestello superiore, in alcuni andrà sfilato completamente per poi reinserirlo e quindi va fatto col cestello vuoto, in altri è possibile sollevarlo anche quando è carico di stoviglie, tramite un semplice meccanismo, di solito sono due maniglie ai lati che si sollevano o si abbassano.

Il secondo tipo può rivelarsi utile se ci accorgiamo all’ultimo che un piatto molto grande va a sbattere contro la girante superiore e in questo caso non dovremo svuotare il cesto per alzarlo.

Esistono anche lavastoviglie che hanno una capienza di 14 coperti, le dimensioni rimangono identiche a quelle da 12 ma hanno dei cestelli particolarmente capienti.

Scegliere la lavastoviglie – Estetica.

Specialmente per le libera installazione l’estetica della lavastoviglie può dare qualcosa in più all’arredamento della casa, esistono modelli molto belli ma molto cari che, oltre a lavare le stoviglie, arredano casa.

Per vedere alcuni esempi vai su http://pinterest.com/riparodasolo/lavastoviglie/

Scegliere la lavastoviglie – Display digitale o pulsantiera?

Oramai in commercio esistono solo prodotti con scheda elettronica, la differenza sta nel fatto che alcune hanno la scheda collegata ad un’altra scheda detta display e le altre hanno una pulsantiera detta scheda led.

scegliere la lavastoviglie

 

Il display è un piccolo schermo dove andremo a selezionare i programmi e tutte le opzioni, mentre la pulsantiera avrà dei semplici led che si illuminano a seconda del programma che usi.

display-ls

 

Altre ancora hanno un selettore che comunica con la scheda e le riconosciamo perché montano una manopola sul cruscotto.

Diciamo subito che quelle col display costano di più e nel malaugurato caso dovesse rompersi la scheda display fuori garanzia, la spesa sarà molto salata.

Meno componenti ha l’elettrodomestico e meno probabilità ha di rompersi, questo discorso è valido per qualsiasi elettrodomestico.

Vero anche che le pulsantiere sono più delicate, ma costano meno, per intenderci la pulsantiera è quel pezzo dove andiamo ad accendere la lavastoviglie e dove scegliamo il programma.

Per quanto riguarda il selettore, ha il pregio di dare meno problemi di tutti gli altri sistemi e costa molto meno, quindi dobbiamo tener conto anche di questi piccoli dettagli quando andiamo a scegliere la lavastoviglie.

 

Comments (20)

  1. Ciao Maria, non mi sento di consigliare una marca in particolare, lascio a te la scelta. Ti dico solo di non spendere ne troppo ne troppo poco.

  2. Ciao Cristina, ti consiglio di installare un magnete anti calcare al rubinetto dell’acqua, oltre a prevenire la formazione del calcare trattiene il ferro presente nell’acqua grazie al magnete. Col tempo si otturerà e andrà sostituito, comunque sempre meglio quello che una rottura della lavastoviglie

  3. Buona giornata utilissimi consigli.sto definendo acq lAvastoviglie 45 cm largh per spazio libera install domande:) selettore c é per libera install? Magnete calcare rubinetto acqua intendi giù dove si fa colleg lavastoviglie o rubinetto su nel lavello? Utile anche per lavatrice? Considera che dove abito la durezza é media serve? Ho letto per ridurre consumi far attaccare lavastoviglie direttam rubin acqua calda é vero e devi cercare una lavastoviglie con questa opzione o van bene tutte? Marche tedesche migliori confermi ma poi per assistenza costa di più? Quale é numero decibel rumorosita migliore che posso trovare al fine di farla partire di notte e quello migliore come consumi gra zie

    1. Ciao Giusi, ti rispondo in ordine…
      Modelli con selettore se ne trovavo ma meno rispetto alle altre.
      Il magnete va collegato allo stesso rubinetto a cui è collegato il tubo di carico della lavastoviglie, sotto al lavello di solito.
      Per la lavatrice è ancora più utile.
      Meglio non collegare la lavastoviglie al rubinetto dell’acqua calda, la scheda potrebbe andare in tilt.
      Le marche migliori si equivalgono tutte, ogni marca però fa modelli diversi, per tutte le tasche, naturalmente meno spendi e meno hai qualità.
      Le più silenziose hanno intorno ai 41 decibel e ti consiglio almeno una in classe AAA.

  4. BUONGIORNO HO COMPRATO UNA CUCINA E NEL PACCHETTO VI ERA UNA LAVASTOVIGLIE ARISTON CLASSE A A SENTIRE LORO, CHE PERO SINCERAMENTE FA UN RUMORE CHE DAL MIO PUNTO DI VISTA E A DIRE POCO VERGOGNOSO . CAPISCO CHE SARA UN PRIMO PREZZO MA CI SARANNO DEI LIMITI DI LEGGE DI RUMOROSITA ? QUALCONO SA AIUTARMI A SAPERE QUALI GRAZIE

    1. Salve Fabrizio, i modelli base sono molto rumorosi, i decibel sono indicati nelle caratteristiche tecniche.
      Per diminuire il rumore ti consiglio, se possibile, di riempire la lavastoviglie più che puoi e di utilizzare detersivi poco schiumogeni

  5. sto per comprare una bosh da incasso, scomparsa totale. Ho letto in forum un po’ datati che qualcuno ha avuto problemi a montarle e ha dovuto tagliare lo zoccolo alla base per consentire l’apertura della lavastoviglie. Io sto sostituendo una rex

    1. Ciao Annamaria, dipende dall’altezza del piano di lavoro della cucina, se troppo basso, va fatto uno scasso al battiscopa per permettere l’apertura dello sportello

  6. Buonasera.
    Devo acquistare una lavastoviglia libera e vorrei sapere con quale classe energetica e in rapporto ai DB bisogna scegliere.
    Ringrazio anticipatamente per la risposta.

    1. Ciao Antonio, ti consiglio almeno la tripla classe A, le più silenziose sono da 42db

  7. Ciao. Volevo chiederti…. a me, causa trasloco, hanno tagliato la cucina e mi ritrovo il mobile largo 59. Visto che quella da 60 non ci sta…. posso metterci una 45?

    1. Si Federica, solo che ti rimarrà dello spazio ai lati e dovrai farti fare il pannello di legno di quella misura

  8. Salve , dopo 28 anni la mia lavastoviglie Zanussi mi ha lasciata . Ho fatto un giro x negozi ne ho viste tante ma molto care e plasticose anche le eliche nn sono più di acciaio e i carrelli sono molto fragili . Sono rimasta delusa e perplessa . Lei cosa mi consiglia ? Qualità prezzo e che nn sia né molto spartana, ne troppo sofisticata ? La devo mettere ad incasso nella vecchia cucina . La mia era anche panellabile! grazie!

  9. Dimenticavo , la mia aveva il ciclo breve , l’ammollo , due temperature, queste cose nn le ho ritrovate in quelle odierne ! Inoltre x un lavaggio impiegano ben 3 ore! ! come possibile ?

    1. Ciao Antonella, il lavaggio dura tanto perché le ls nuove scaldano meno e usano meno litri di acqua, se si toglie da una parte bisogna aggiungere dall’altra, in questo caso il tempo.
      Non conosco i modelli nuovi, imparo a farlo solo quando si rompono…

      1. Cosa significa A+++ ovvero A++AA. Che differenza rispetto AAA?
        Grazie!

        1. 1 A efficienza consumo
          2 A efficienza lavaggio
          3 A asciugatura
          Ogni + indica una maggior prestazione

  10. buongiorno devo acquistare una lavastoviglie ma non saprei scegliere tra modelli con fondo in pvc o in acciaio…ho già sentito pareri discordanti

    1. Ti posso solo dire che se scegli l’acciaio devi evitare di caricare il sale se non hai intenzione di lavare subito, granelli di sale possono cadere in vasca e se non vengono sciacquati via subito possono creare dei fori in vasca

  11. Grazie per le info, anche se la neutralità imposta in questo caso riduce di molto l’efficacia dell’informazione. Chiedo se come mi è stato riferito e noto per molti altri settori tecnologici, i produttori dei componenti di lavastoviglie – lavatrici sono due/tre a livello globale e dunque producono di fatto per tutti, pezzi sostanzialmente uguali che troviamo fotocopia in tutti gli elettrodomestici. Ciò che alla fine cambia è unicamente carrozzeria, valore del brand, assistenza, marketing e con essi il prezzo finale.

I commenti sono chiusi.