Categorie
Frigorifero

Frigorifero fa rumore

Il frigorifero fa rumore – Rumori normali.

Hai acquistato da poco un frigorifero e senti dei rumori strani? Devi sapere che alcuni dei rumori che senti forse potrebbero essere normali e non c’è modo di eliminarli.

Stai tranquillo, il cervello umano pone rimedio anche a questo, infatti se capisci il motivo e la fonte del rumore, pian piano col tempo, il tuo cervello inizia ad ignorarlo e ti stupirai di come un rumore fino a poco tempo fa insopportabile, diventi improvvisamente un suono familiare che non ti urta e a cui presterai pochissima attenzione.

Il frigorifero fa rumore – Ronzio.

Il ronzio è originato dal motore (compressore), che pompa il gas nel circuito e ogni volta che si accende emette questo rumore. Non c’è nulla di strano è il normale funzionamento del compressore che lavora.

Col tempo il compressore può usurarsi e aumentare il rumore emesso, in questo caso è ben più fastidioso ma di solito la spesa per sostituire il compressore è così elevata che conviene sostituire il frigo.

Il frigorifero fa rumore – Gorgoglio.

A volte sembra quasi il rumore di un ruscello in lontananza, un gorgoglio continuo che cessa soltanto quando il compressore si spegne. Non è altro che il rumore che provoca il gas nel circuito refrigerante mentre circola.

I principali gas utilizzati sono R134 e R600, a differenza del vecchio e ormai fuori produzione R12, questi tipi di gas per lavorare correttamente hanno bisogno di una pressione più alta.

Quando fa caldo ad esempio (ma anche a temperature normali) l’alta pressione dentro al circuito può raggiungere anche le 15 atmosfere, di conseguenza il rumore sarà più elevato rispetto ad un frigo di vecchia generazione.

Il frigorifero fa rumore – Fruscio.

Tutti i frigoriferi no frost o ventilati hanno una ventola che manda in circolo l’aria dentro al frigorifero, anche in questo caso non devi preoccuparti se senti un fruscio, fa parte del normale funzionamento.

Il frigorifero fa rumore – Frigo no frost.

Oltre al fruscio i frigoriferi no frost emettono un rumore dovuto allo scioglimento automatico del ghiaccio, ciclicamente vanno in funzione delle resistenze per effettuare lo sbrinamento e spesso succede che dei pezzetti di ghiaccio si staccano provocando rumore quando cadono.

Il frigorifero fa rumore – Rumori dal mobile.

Tutti sappiamo come la temperatura influenzi la dilatazione o il restringimento dei materiali, quindi non devi stupirti se la schiumatura del mobile frigo subisce lo stesso fenomeno fisico.

Infatti la temperatura interna al frigo non è mai la stessa e lo sbalzo termico tra dentro e fuori è notevole, questo comporterà ulteriori rumori tipo dei “ciocchi”, non preoccuparti è normale.

Il frigorifero fa rumore – Come rimediare – Rumori eliminabili.

Prima ti ho parlato dei normali rumori che emette un frigorifero, adesso ti parlerò di tutti quei rumori che si possono facilmente eliminare.

Il frigorifero fa rumore – Vibrazioni.

Le vibrazioni possono essere causate da tre fattori:

1) Il frigorifero è a contatto con il muro o con altri mobili, ti basta lasciare un po di spazio ai lati e dietro;

2) Le bottiglie o dei contenitori in vetro sono mal posizionati e a contatto tra di loro creano vibrazioni sgradevoli;

3) Il frigorifero non è livellato correttamente e dovrai agire sui piedini per metterlo in piano.

 

 

frigorifero fa rumore

Anche un vano frigo troppo pieno potrebbe causare un aumento di rumorosità del compressore, infatti più cibo c’è da raffreddare e più tempo deve stare acceso per raggiungere la temperatura impostata, specialmente quando la temperatura ambiente è molto alta.

Il frigorifero fa rumore – Difetti.

Oltre al compressore di cui accennavo prima, il rumore può venire dal motoventilatore che in alcuni casi col tempo si rovina; molti ce l’hanno internamente come i frigo no frost e quelli ventilati, altri ne hanno uno vicino al compressore e hanno una funzione diversa.

Per i frigo no frost c’è da fare un discorso a parte, in alcuni casi una formazione di ghiaccio eccessiva, dovuto ad un malfunzionamento, va a sfregare contro la ventola del motorino provocando così il rumore. Vedi “Frigorifero no frost non raffredda“.

Ogni frigo ha un valore espresso in decibel che indica quanto è rumoroso, meno dB ha e più sarà silenzioso, lo trovi nelle caratteristiche tecniche del prodotto, quindi se hai da poco acquistato un frigorifero e non sei soddisfatto puoi chiedere la sostituzione con un modello di frigorifero con meno dB, solo però se è stato acquistato da pochi giorni.

Come dico sempre o quasi, in ogni articolo che scrivo, la varietà di marche e modelli diversi non mi permette di fare una guida unica. Spero comunque di aver risposto ad ogni tuo dubbio o domanda sull’argomento, se non fosse così contattami su una delle mie pagine social (FB – Google+ –  Twitter).

Categorie
Consigli Riparodasolo

Ricambi elettrodomestici – Come procurarseli con la ricerca per immagini

Ricambi elettrodomestici

Quali dati servono per procurarseli?

Hai individuato il pezzo difettoso del tuo elettrodomestico? Magari grazie ad uno dei miei post o consigli? Beh mi fa piacere! Ma adesso devi procurartelo e forse non sai come fare.

Prima di tutto ti servono alcuni dati per reperire il ricambio originale:

la MARCA del tuo elettrodomestico;

il MODELLO;

la MATRICOLA, detta anche serial number (abbreviato S/N);

il CODICE INDUSTRIALE (numero service).

Marca e modello.

La marca e il modello sono fondamentali per risalire al codice di ricambio che vi interessa acquistare, ogni marca produce centinaia di modelli differenti ma ogni elettrodomestico ha qualcosa di diverso dall’altro anche se esteticamente sembrano uguali.

Una lavatrice può avere, ad esempio, un motore da 1400 giri inverter e l’altra identica esteticamente può averne uno da 1000 giri elettrico con collettore e spazzole.

Basta un trattino, un punto, numero o lettera in più o diversa nella sigla del modello per far sì che i ricambi siano differenti, quindi fai attenzione a fornire il modello esatto.

Matricola.

Spesso capita che le case costruttrici di elettrodomestici facciano delle modifiche sui prodotti già usciti in commercio, un po’ come capita ai software, solo che per gli elettrodomestici non esiste l’aggiornamento via internet :).

Può capitare, che lo stesso modello fino ad una certa matricola monti un tipo di componete e da una certa matricola in poi ne monti un altro.

Di solito la matricola è facoltativa, altre volte è indispensabile per i motivi che spiegavo sopra.

Codice industriale/commerciale.

Il codice industriale è una serie di cifre che identifica l’elettrodomestico in maniera precisa, tramite questo numero si può essere certi di ordinare il ricambio esatto.

Non tutti i prodotti hanno il codice industriale, alcuni hanno solo modello e matricola.

Perché servono questi dati?

I pezzi di ricambio di qualsiasi elettrodomestico sono codificati, per risalire al codice del ricambio esatto è indispensabile fornire come minimo il modello.

Ricambi elettrodomestici – Come procurarseli.

Rivolgiti sempre al centro assistenza autorizzato, ogni marchio ha una rete di centri assistenza, ti basta fare una piccola ricerca sui siti ufficiali dei vari marchi.

Ricambi elettrodomestici – Come procurarseli online.

Fino a poco tempo fa saresti stato costretto a recarti al centro assistenza più vicino e sperare di trovare il ricambio giusto, altrimenti avresti dovuto ordinarlo e aspettare anche una settimana per rimettere in sesto il tuo elettrodomestico.

Anche se ritengo che recarsi direttamente al centro assistenza è più sicuro e c’è meno il rischio di acquistare il prodotto sbagliato, oltre ad avere la consulenza del tecnico che ci lavora; procurarsi i ricambi online è diventato sempre più semplice e veloce.

Esistono molti siti specializzati nella vendita di ricambi online, non sto qui ad elencarli, ti basta una piccola ricerca su Google.

C’è anche un nuovo modo per cercare i ricambi che ci servono…

Ricerca per immagini con APP Amazon e Google.

Grazie allo sviluppo della tecnologia oggi è possibile inquadrare con lo schermo del tuo smartphone l’oggetto e l’applicazione lo riconosce.

Amazon ad esempio ha implementato questo sistema nella sua APP.

Ad esempio se con il tuo smartphone inquadra un paio di scarpe, Amazon ti mostra tutte le scarpe simili in vendita sul proprio sito.

Questa funzione è particolarmente utile quando non si conosce il nome esatto del ricambio.

Può capitare che una persona con buona manualità decida di riparare qualcosa che non ha mai visto prima e comunque intuire il pezzo difettoso e non conoscerne però il nome.

Ho deciso di fare una prova per vedere se funziona!

Guarda il video.

SalvaSalva

Categorie
Consigli Frigorifero

Come scegliere il frigorifero – Consigli e suggerimenti utili.

Scegliere il frigorifero – Frigo e Combinato.

A volte scegliere il frigorifero può diventare un’impresa se non abbiamo le idee chiare e spesso ci affidiamo solo all’estetica e alla classe di consumo. In commercio esistono varie tipologie di frigorifero, ognuna con caratteristiche diverse.

Intanto dobbiamo distinguere tra frigorifero e combinato, i frigoriferi hanno la cella freezer sopra e il reparto frigo sotto, mentre per i combinati è l’inverso e di solito sono più capienti del frigorifero.

Se lo spazio a tua disposizione lo permette, consiglio il frigorifero combinato per ovvi  motivi di capienza.

scegliere il frigorifero

D’ora in avanti, per comodità, non farò distinzione tra frigorifero e frigorifero combinato.

Come funzionano i frigoriferi No Frost e Statici.

Il frigo no frost non ha bisogno di essere sbrinato perché monta delle resistenze nel reparto freezer che vanno in funzione ciclicamente e sciolgono il ghiaccio che si forma durante il funzionamento.

Questa è la principale caratteristica che spinge molti a spendere qualche euro in più ma non è l’unica.

A differenza dei frigo statici non hanno la parete traspirante perché sfruttano l’aria fredda del freezer per raffreddare il reparto frigo tramite un piccolo ventilatore e hanno una temperatura uniforme per tutto il vano del frigo.

L’inconveniente dei frigo no Frost è che se riempiamo troppo il vano frigo, l’aria non circolerà correttamente e il frigo non renderà bene.

Inoltre ha più componenti dei frigo statici, quindi se siamo d’accordo con Henry Ford  (“Quello che non c’è non si rompe.”), meglio buttarsi su un semplice frigo statico.

Esistono anche modelli ibridi, che hanno il freezer no frost e il reparto frigo statico, i due vani non sono collegati fra loro, io li preferisco ai total no frost perché danno meno problemi, quindi prendi in considerazione questi fattori quando andrai a scegliere il frigorifero.

Nei frigo statici la parete è traspirante e si formano delle goccioline che saranno ghiacciate se in quel momento il frigo è in funzione o scivoleranno giù per la parete se sta facendo lo sbrinamento automatico.

L’acqua andrà ad incanalarsi in un forellino posto in fondo alla parete e raggiungerà la vaschetta posta sopra al compressore, che essendo rovente la farà evaporare.

Il reparto freezer va sbrinato una volta ogni sei mesi e questo può risultare una scocciatura, perché dovremo spegnerlo, svuotarlo, sbrinarlo e magari prima di riaccenderlo, pulirlo. Comunque con un phon dovremmo cavarcela in mezz’oretta.

Va sbrinato perché altrimenti le serpentine, se coperte da uno strato troppo spesso di ghiaccio, non fanno passare il freddo (effetto iglù) e oltre a consumare più corrente, renderà meno.

L’inconveniente dei frigo statici è che se gli alimenti riposti al suo interno toccano la parete,  questi trascineranno l’acqua sui ripiani e sui cibi stessi. Basta stare attenti a riporre i cibi.

Se optate per un frigo come questo, ti consiglio di prenderlo con il ventilatore interno al reparto frigo, in questo modo non dovrai stare attento a dove riporre gli alimenti, visto che grazie alla ventola avrai una temperatura uniforme per tutto il vano del frigo.

Incasso o libera installazione?

Per chi ha la possibilità di scegliere, io consiglio un frigorifero a libera installazione, per il semplice motivo che a parità di caratteristiche, costano molto meno dei frigoriferi ad incasso.

Naturalmente bisogna scegliere il frigorifero in base allo spazio che abbiamo a disposizione ma chi possiede una cucina a composizione incasso, sarà quasi obbligato a prendere un frigo ad incasso.

Termostato meccanico o scheda elettronica.

Quando si va a scegliere il frigorifero bisogna tener conto che il termostato meccanico è più semplice ed affidabile e non dimentichiamo che costa meno di una scheda.

Di contro, questo sistema mi da poche possibilità in termini di opzioni, ad esempio non esistono frigo no frost senza scheda e non posso regolare separatamente il frigo e il freezer. Era possibile con quelli a doppio motore ma ormai non li fanno più, consumano troppo.

Le schede però sono più delicate, ma danno la possibilità di avere funzioni come l’allarme porta aperta, super freezer, super frigo, holiday, ice party…

Inoltre ho la possibilità di regolare separatamente le temperature del frigo e del freezer. Consideriamo anche che alcuni modelli (libera installazione) hanno il display digitale e sono ottimi se oltre alla funzione per cui nasce il frigo, gli vogliamo dare anche quella di arredare casa.

Lascio a te la scelta, anche perché le esigenze di ognuno di noi sono diverse, mi permetto solo di consigliarti di estendere la garanzia (con la casa costruttrice), nel caso in cui opterai per un modello con scheda elettronica oppure i no Frost.

Scegliere il frigorifero – Consumo.

Da che so io, al giorno d’oggi, gli unici modelli che non rientrano in “classe A” sono quelli a doppia porta Americani ed alcuni no frost, per tutti gli altri c’è solo da scegliere quanti + vuoi dopo la A. Ad ogni + corrisponde un consumo minore.

Se devi comprare un frigo di scorta e devi metterlo in un ambiente freddo, chiedi prima al rivenditore quale modello fa per te, la maggior parte funzionano solo in ambienti riscaldati.

Categorie
Consigli Frigorifero

Il frigorifero fa cattivo odore

Il frigorifero fa cattivo odore, come eliminarlo.

Il frigorifero fa cattivo odore a causa dei batteri che provengono dai cibi che conservi, oppure se sei disordinato può capitare che nella vaschetta posta sopra al compressore del frigo si sia formata della muffa.

Questo succede se conservi dei cibi senza pellicole protettive o vaschette e li tieni a contatto con la parete traspirante del frigo, che durante lo sbrinamento automatico, inevitabilmente trascinerà qualcosa dentro al forellino di scolo (vedi il frigorifero fa acqua).

Batteri.

In rete si trovano parecchi forum o siti che consigliano di pulire le pareti interne del frigorifero con l’aceto, io lo sconsiglio vivamente.

L’aceto coprirà gli odori ma non eliminerà i batteri, causa dei cattivi odori, è come se io sudassi e invece di farmi una doccia mi mettessi del deodorante.

Inoltre l’aceto, se non viene sciacquato via bene, potrebbe crepare le pareti interne del frigorifero (frigoriferi moderni).

Il mio consiglio è di pulire accuratamente con un prodotto specifico professionale, oppure con acqua e bicarbonato.

Di solito i centri assistenza autorizzati delle varie marche, vendono prodotti professionali per la cura e la manutenzione degli elettrodomestici.

Nel tuo caso ti servirà il Cura Frigo Professionale, basta spruzzarlo sulle pareti del frigo senza bisogno di risciacquare e il cattivo odore sparirà.

Questi prodotti sono dei germicidi che eliminano alla fonte la causa dei cattivi odori uccidendo i batteri.

Il frigorifero fa cattivo odore – Vaschetta che raccoglie l’acqua.

Se hai un frigorifero a libera installazione non avrai problemi a spostarlo in avanti e pulire la vaschetta in plastica posta sopra al compressore.

A proposito, fai attenzione che scotta molto, infatti quella vaschetta è lì proprio perché il compressore, surriscaldandosi fa evaporare l’acqua.

frigorifero fa cattivo odore
Combinato libera installazione

Se invece hai un frigo ad incasso, dovrai sfilarlo dalla colonna in legno che lo contiene, prima di procedere leggi “Lavora in sicurezza“.

Prima di tutto svuota il frigo ed il freezer, togli anche il vetro che sta sopra le verduriere, quindi spegnilo.

Poi togli le viti che fissano le porte alle ante del mobile, in genere fissate con delle staffe.

Di solito i frigo ad incasso hanno tre viti sopra, tre sotto e due o quattro ai lati, all’altezza delle cerniere.

Tolte le viti non dovresti avere problemi a sfilarlo e raggiungere il retro del frigo per pulire la vaschetta che raccoglie l’acqua e tutte le schifezze che ci cadono dentro.

Categorie
Frigorifero

Il frigorifero non parte – Possibili cause e soluzioni

Il frigorifero non parte – Lampada interna accesa – Ambiente freddo.

Il frigorifero non parte per niente? Si attacca il compressore per pochi minuti e poi sta spento per ore?

Non c’è bisogno di un tecnico, infatti non tutti sanno che, se posizioniamo il frigorifero in un ambiente freddo, il termostato, che regola le temperature interne al frigo e che quindi comanda l’accensione o lo spegnimento del frigorifero, non sentirà la differenza tra temperatura interna ed esterna.

Se vuoi che funzioni correttamente, devi fare in modo che nella stanza ci siano almeno 14° – 15° di temperatura ambiente, altrimenti il frigorifero non parte e il reparto freezer si scongelerà.

I prodotti attualmente in commercio sono progettati per funzionare in ambienti casalinghi, quindi se hai la necessità di collocare il frigorifero in un garage, cantina, balcone… insomma tutti quei posti  in cui la temperatura è bassa, devi cercare un modello adatto.

Credo che farai fatica a trovarne uno, per i congelatori a pozzetto e congelatori verticali e i modelli no frost non dovrebbero esserci troppi problemi invece.

Lampada interna accesa – Ambiente riscaldato.

Se la lampadina interna è accesa, significa che arriva corrente, quindi il frigorifero non parte a causa di un componente difettoso. Per individuare il guasto puoi fare alcune prove, prima però leggi “Lavora in sicurezza“.

Termostato meccanico.

Stacca la corrente e smonta la scatola termostato, per intenderci è dove c’è la manopola per regolare la temperatura.

Il termostato ha tre contatti, Individua quello che si collega all’interruttore della lampada, fatto?

Bene quello non calcolatelo, devi creare un ponte tra il filo della fase e quello del motore e cioè gli altri due contatti rimasti.

Se hai un paio di forbici con impugnatura in plastica (da elettricista), solleva prima i faston dei due contatti senza staccarli completamente e dopo aver ridato corrente fai il ponte con le forbici.

Fai ATTENZIONE durante questa operazione, non è piacevole prendere la scossa, anzi è pericoloso.

Se non hai le forbici o vuoi essere più tranquillo, procurati un pezzetto di filo elettrico e spellalo agli estremi, poi fai il ponte tra i due contatti e ridai corrente.

Sia che tu abbia usato le forbici o il filo elettrico, se il compressore parte, significa che devi sostituire il termostato.

Se il frigorifero non parte comunque, i possibili responsabili possono essere relè o compressore, il relè è attaccato al compressore, togli corrente e prova a sostituirlo non costa molto.frigorifero non parte

Il compressore, spesso quando è difettoso, parte per qualche secondo poi emette un suono tipo click e si ferma.

In questo caso valuta bene se ne vale la pena, difatti il compressore (motore) costa molto e una volta sostituito bisogna anche ricaricare di gas il circuito.

Frigorifero non parte – Scheda elettronica.

Di frigoriferi con scheda elettronica ce ne sono molti, alcuni hanno solo una scheda, altri ne hanno due, comunque i modelli più comuni ne hanno una, è posizionata dentro il cruscotto, sempre dove c’è la manopola (una o due manopole) per regolare la temperatura.

La scheda comanda tutto, dalla lampada, all’accensione e spegnimento del compressore, spesso basta dargli un’occhiata (staccate la corrente) per vedere se è bruciata.

Se non noti chiari segni di bruciatura non rischierei la sostituzione fai da te, spesso le parti elettroniche non vengono rimborsate nel caso in cui tu voglia restituirla.

Un modo preciso per verificare se la scheda è buona, è fare un ponte sul compressore tra il filo del motore (di solito nero) e quello della fase (di solito marrone).

Fai ATTENZIONE a non prenderti la scossa.

Se facendo il ponte, il compressore parte, significa che la scheda non è buona, altrimenti la colpa è del compressore.

Frigorifero non parte – Lampada interna spenta.

Il frigorifero non parte e non c’è nemmeno luce all’interno? Prima di tutto verifica che la lampadina non sia fulminata e nel caso lo sia, leggi quello che ho scritto sopra.

Quindi stacca la spina del frigo e prova a collegarlo ad un’altra presa che sai funzionante.

Se il frigorifero non parte lo stesso probabilmente hai un frigorifero con scheda elettronica, quindi leggi il paragrafo sopra.

Non tutti i frigoriferi sono uguali, ho elencato le cose più frequenti e non escludo che ci possano essere altre cause o che quello descritto sopra possa valere solo per alcuni tipi di frigo.

Categorie
Frigorifero

Il frigorifero va sempre

1)Il frigorifero va sempre ma non raffredda.

Il frigorifero va sempre quando è parzialmente scarico di gas refrigerante, uno dei sintomi più evidenti è la formazione di ghiaccio nella parte superiore della parete frigo, mentre il resto della parete traspirante rimane calda o rende poco.

Mi riferisco ai frigoriferi più recenti con un unico motore, statici.

Il frigorifero va sempre perché non ha la quantità giusta di gas, quindi non raggiunge mai la temperatura, di conseguenza ti ritroverai il freezer che funziona e il frigo che non riesce a brinare tutta la parete e non raffredda correttamente.

Frigorifero va sempre

 

Nella maggior parte dei casi, non esiste rimedio a questo guasto, in quanto avendo un circuito per il 90% schiumato all’interno del corpo (struttura), non è possibile individuare e saldare la perdita.

Oltre all’usura, una delle cause di questo difetto è lo spegnimento frequente o per lunghi periodi del frigorifero, perciò ti consiglio di spegnerlo solo quando è indispensabile.

In alcuni casi la perdita è nelle saldature del compressore o del filtro, troverai delle tracce di olio.

Prima di fare qualsiasi cosa leggi “Lavora in sicurezza”, stacca la spina e fai attenzione a non scottarti, il compressore e molti dei tubi sono roventi.

Se trovi la perdita è possibile saldare e ricaricare di gas il frigorifero, però sarai costretto a chiamare un tecnico, in quanto l’operazione necessita di attrezzature troppo costose oltre che di capacità tecniche.

Il costo di una ricarica si aggira attorno ai 100 euro, dipende dal tempo impiegato e dai grammi di gas utilizzati.

2)Il frigorifero va sempre e fa troppo freddo.

Se il frigorifero va sempre (il compressore non stacca mai) e la parete traspirante, invece di fare uno strato ( velo ) sottile di ghiaccio, fa un crostone spesso lungo tutta la parete, fin sopra i cassetti della verdura; significa che il termostato non stacca mai l’alimentazione al compressore.

Potrai procedere alla sostituzione del termostato difettoso dopo aver preso nota del modello e contattato il centro assistenza.

Una volta che ti sei procurato il pezzo di ricambio, stacca la corrente e smonta la scatola termostato, puoi trovarli in vendita anche online.

Troverai tre fili elettrici collegati ai contatti del termostato, uno proviene dal compressore, poi c’è una fase e il filo della lampadina. Annotati le posizioni in cui sono inseriti quindi scollegali.

La sonda del termostato può essere a scomparsa o fissata alla parete del frigo, se dovesse essere a scomparsa, quando andrai ad inserire la sonda del termostato nuovo, potrai aiutarti con del grasso per farla scivolare meglio dentro al foro.

Esistono molti modelli differenti di frigorifero, quelli di ultima generazione hanno la scheda elettronica invece del termostato meccanico, se hai un frigo con scheda elettronica, quello scritto sopra non fa per te.

3)Frigorifero va sempre – Cella freezer (frigo da tavolo).

Il frigorifero va sempre se la sonda termostato, collegata di solito tramite una staffetta di metallo, si sgancia dalla cella freezer.

Spesso durante la pulizia dell’elettrodomestico può capitare di staccare inavvertitamente la sonda, che non essendo più a contatto della cella freezer, non sente il freddo e così il frigorifero va sempre, senza mai staccare.

Aggancia la sonda e avrai risolto.

Bene, spero di essere stato chiaro, purtroppo esistono varie marche e vari modelli e quello che vale per un tipo di frigo non vale per un altro, ad esempio i frigoriferi no frost.frigorifero va sempre

Frigorifero no frost non raffredda

Categorie
Frigorifero

Frigorifero perde acqua

Il frigorifero perde acqua – Acqua sotto i cassetti della verdura.

Il frigorifero perde acqua? La trovi sotto i cassetti della verdura? Ecco una di quelle cose che anche un bambino riuscirebbe a risolvere.

Questa anomalia si verifica perché il foro di scolo dell’acqua si è otturato, di solito a causa dei cibi riposti nel vano frigo in maniera sbagliata, ad esempio se riponi i cibi troppo vicino alla parete traspirante o addirittura toccano la parete, stai certo che il foro di scolo si ostruisce e di conseguenza il frigorifero perde acqua.

Non tutti i frigoriferi hanno questo sistema, questo difetto non riguarda i frigoriferi no-frost, questi infatti utilizzano un sistema diverso e non hanno il foro, cioè ce l’hanno ma non è visibile perché è nascosto nel congelatore, ma a noi questo non interessa adesso.

Il frigorifero perde acqua – Foro di scolo ostruito.

frigorifero perde acqua

Dicevo che quando il frigorifero perde acqua devi procedere svuotando il frigorifero e togliendo i ripiani, a quel punto ti accorgerai che c’è un forellino nella parte finale della parete traspirante.


Procurati un tubicino di gomma oppure una cannuccia (oppure utilizza lo *scovolino in dotazione) e soffia energicamente dentro al foro tre o quattro volte.

In questo modo dovresti liberare il condotto che porta l’acqua nella vaschetta che sta sopra al compressore del frigorifero.

Quindi riempi un bicchiere d’acqua e versane un po’ dentro al foro, se l’acqua scende hai risolto, se invece non scende riprova a soffiare, vedrai che prima o poi si libera.

Se ti domandi che fine fa l’acqua che scende dentro al foro, beh ti sembrerà strano ma semplicemente evaporerà grazie al calore del compressore, quindi non versarne troppa quando fai la prova, potrebbe tracimare dalla vaschetta e bagnare i contatti, versane giusto un dito di un bicchiere, solo per vedere se scende.

*Lo scovolino è una specie di bacchetta, solo più piccolo, che dovrebbe essere inserito nel foro, appunto per prevenirne l’otturazione, lasciando scolare l’acqua.

Viene fornito in dotazione con il frigorifero, muovendolo su e giù all’interno del forellino dovrebbe sturarlo ma io consiglio di soffiarci dentro… è più efficace secondo me!

Mi raccomando… asciuga bene tutto quando hai finito.

Frigorifero perde acqua – Tubo di scolo sganciato.

Per sganciare il tubo e pulirlo oppure per incastrarlo nella giusta sede, dovrai togliere due viti che fissano il condensatore; quella serpentina nera posta sullo schienale del mobile che si scalda durante il funzionamento.

Fai attenzione a non piegarlo troppo quando lo sganci, rischi di strozzare i tubi del circuito gas.

I frigoriferi combinati statici hanno il reparto frigo sopra al freezer, di conseguenza il foro che fa scolare l’acqua è collegato ad un tubo di plastica che si può ostruire o sganciare.

Mentre nel primo caso troverai acqua sotto i cassetti della verdura, nel secondo la conseguenza è che ogni volta che il frigo attiva lo sbrinamento automatico l’acqua cola lungo lo schienale fino a terra bagnando il pavimento, una volta incastrato il tubo nella posizione giusta, non avrai più fastidiose perdite di acqua…

Frigoriferi in offerta

Se ti accorgi che il frigo fa cattivo odore puoi pulirlo con acqua e bicarbonato o meglio ancora con il prodotto specifico.

Per approfondire leggi “Il frigorifero fa puzza“.

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva